Madeinitaly.rocks by Mamarocket

Sara Valente - Oggetti in equilibrio fra quotidianità e immaginazione

Sara Valente  
icon icon
  Roma

Quotidianità e immaginazione. Forme geometriche pure e influenze orientali per borse che diventano oggetti di design

Nelle collezioni della designer, forme di geometria pura si modellano con linee di contaminazione orientale, trascrivendo in un design innovativo e multifunzionale un’ispirazione creativa che attinge tanto alla quotidianità quanto all’immaginazione. Tutto nasce dalla passione per l’artigianalità e la manualità e dall’osservare quello che la circonda, in qualunque momento e luogo, alla continua ricerca di oggetti che la colpiscano nelle loro linee e geometrie; oggetti con i quali possa giocare modificandone l’essenza, aggiungendo magari soltanto un paio di manici. Per la designer il lavoro artistico ha una componente di gioco: bisogna divertirsi a creare, a realizzare, a fare, trasmettendo parte di questa giocosità all’oggetto, alla borsa e alla donna che la indosserà.
Cambiando forma e dimensione a seconda delle esigenze, le borse Sara Valente, disegnate e realizzate con le proprie mani, oscillano concettualmente tra accessorio moda e oggetto di design.
Il rigore dei rilievi evidenti, lavorati a plissé, attribuiscono eleganza e sensualità, inserendosi nel morbido movimento dei pellami pregiati dove angoli e curve ne completano il design. L’eccesso dei volumi e la versatilità dell’accessorio si adattano a una donna elegante e indipendente, permettendole di coniugare raffinatezza e praticità con un tocco di innovazione artigianale.
Pulizia, rigore e minimalismo del mondo orientale si coniugano con l’artigianalità della tradizione italiana creando degli oggetti Zen che ambiscono a ‘vestire’ la donna, facendole dimenticare l’idea di borsa ‘contenitore’ come l’ha conosciuta.

www.saravalente.com

LA SEDIA PER VISITE BREVI

Q&A con Sara Valente

La tua città. E tre parole per descriverla.
Roma. Sublime, immobile, disincantata.

Tre parole per descrivere i tuoi progetti.
Immaginazione, geometria, trasformazione.

Un colore.
Bianco.

Un sapore.
Il pane.

Antico, moderno o contemporaneo?
Rileggere l’antico e scoprirlo contemporaneo.

L’oggetto più prezioso che hai?
Una foto in bianco e nero della mia famiglia in una cornice di legno a forma di cuore.

Dove sta andando il design?
Tra il lusso e Ikea.

Dove stai andando tu?
Verso la realizzazione delle mie qualità.

Tre parole per descrivere l’Italia.
Unica, corrotta, individualista.

Se non in Italia, dove?
Ovunque. Viaggiare tanto ma poi tornare sempre.

Mai senza?
Ansia.

Un motto.
Amor fati.